sabato 30 ottobre 2010

LEZIONE 3: FENOMENOLOGIA DEL MASCHIO: L'UOMO AMICO


UOMO AMICO

Questo esemplare di maschio è presente nella quotidianità di tutte voi. Potete averlo conosciuto molto tempo fa, anche se più spesso si tratta di un amico recente, acquisito da pochi anni. Egli si è inserito nelle vostre vite e voi lo avete fatto entrare perché era simpatico, ci si poteva parlare di tutto, avevate gli stessi interessi: era, insomma, un buon amico, appunto.
Questa tipologia è un poco più complessa delle precedenti perché si divide in innocenti e premeditati. I primi hanno veramente iniziato la relazione amichevole con voi senza altri scopi e si sono accorti solo successivamente di volere qualcosa di più; invece di dirlo chiaramente, però, preferiscono continuare la tecnica dell’amico confidando in qualche miracolo dal cielo oppure lanciando qua e là, durante le uscite e le conversazioni, una qualche metafora sessuale. Il premeditato, brutta razza da evitare, è quello che si finge fin dall’inizio amicone ma che vuole essenzialmente arrivare al sesso (come avrete ben capito, questa è una sottocategoria comune col porno uomo). Non è ancora stato spiegato perché questo tipo di amico-premeditato faccia tutto sto casino, invece di dichiarare alla donna le sue intenzioni fin dall’inizio (cosa più facile e risparmio di notevoli energie). L’uomo amico è di base molto paziente, sa aspettare, è un buon ascoltatore, ma manca di coraggio nell’azione.

LIVELLO DI PERICOLO: 7. Il livello di pericolo qui si basa, più che sul maschio, sull’abilità della donna a comprenderne le vere intenzioni. Il rischio di delusione è alto: credevate di aver incontrato un amico che amava ascoltarvi in maniera disinteressata quando gli parlavate del nuovo smalto o delle eliminazioni di X Factor, salvo poi scoprire amaramente che il suddetto lo ha fatto essenzialmente per arrivare ad altro. L’importante è quindi cercare di analizzare la gestualità dell’uomo-amico mentre vi ascolta e cercare di intendere le implicite metafore sessuali che egli pone nei suoi discorsi. Da ammirare, comunque, in questo tipo di uomo, la pazienza (di cui difettano i precedenti esempi).

LEZIONE 2: FENOMENOLOGIA DEL MASCHIO: L'UOMO INTELLETTUALE

UOMO INTELLETTUALE

Anche l’uomo intellettuale è una categoria facilmente individuabile e “sempreverde”. Questo modello di uomo è il contrario del porno-uomo: se il primo infatti non ama particolarmente la conversazione ma preferisce, con molta sincerità, passare all’azione, l’intellettuale è amante della cultura, della riflessione e, soprattutto, di se stesso. L’intellettuale infatti, spesso non dotato di una particolare bellezza o prestanza fisica, usa la tecnica dello stordimento: egli vi inviterà a bere una birra e poi vi terrà a parlare per ore di politica, musica, viaggi e chi più ne ha più ne metta. Non si può negare che il suddetto maschio sia effettivamente una persona intelligente ma è spesso anche egocentrico e vi racconterà di tutto non tanto per semplice spirito di conversazione o per reale interesse nei temi affrontati quanto per mostrarvi quanto è acculturato. Questo, ovviamente ,nasconde una forte insicurezza alla base le cui conseguenze, in caso di relazione, andranno sicuramente a ricadere su di voi. Inoltre è bene ricordare come questo tipo di uomo faccia molto raramente il primo passo ma lasci fare tutto alla donna.

LIVELLO DI PERICOLO: 6. Sufficienza minima, poiché riteniamo che questo esemplare possa essere facilmente gestibile, almeno nei casi non patologici. Il rischio principale è quello di rimanere abbagliate dalla sua cultura, dal suo attivismo e voler quindi iniziare una relazione pensando di aver trovato, finalmente, un uomo con altri interessi oltre a quello fisico-primordiale. Il problema che ne verrà non sarà nella relazione in sé, almeno all’inizio, in quanto l’uomo intellettuale vi farà sentire bene, vi reciterà le poesie dei suoi autori preferiti e vi porterà con sé in tutte le sue attività. Il problema e il pericolo sopraggiungerà quando voi, stufe della serietà e della pesantezza, gli proporrete attività più ludiche. Vi guarderà storto e con sufficienza e, ovviamente, non vi accompagnerà come avete fatto voi con lui.
In ambito sessuale, non vi è una particolarità del genere: alcuni se la cavano bene, altri un po’ meno. In generale, può però mancare l’elemento fantasia.
Infine, attenzione massima al momento dell’addio. Nel caso in cui fosse lui a lasciarvi, sicuramente la prenderà alla larghissima. Se molto coraggioso vi parlerà vis-à-vis per circa due orette, partendo dalla preistoria e citandovi tutti gli “addii” più importanti della letteratura italiana e straniera senza arrivare mai al punto. Dovrete essere voi, seppur esauste, a trarre il punto e la conclusione della cosa,perché è probabile che lui non avrà mai il coraggio di farlo. Il pericolo di rimanere scottate c’è ma il fatto di pensare di poter tornare a divertirsi senza sentirsi delle buffone ignoranti varrà la scottatura e spegnerà a breve la fiamma.

venerdì 29 ottobre 2010

Lezione 1: fenomenologia del maschio: come si presenta, in che forma appare il Maschio nella nostra esistenza (6 CFU)

Lezione 1: fenomenologia del maschio: come si presenta, in che forma appare il Maschio nella nostra esistenza (6 CFU)

Abbozziamo una prima divisione in “tipi” maschili, ricordando ovviamente che vi sono maschi che rientrano in più categorie. È il caso, quindi, di utilizzare questa tipizzazione solo nel momento in cui si abbia già una conoscenza di base dell'oggetto in questione.
Ogni caratterizzazione si suddivide in descrizione del maschio e livello di pericolosità nel caso si voglia instaurare una relazione con il tipo in questione.
Il tirocinio di questo corso consisterà nell’individuazione della categoria di una serie di maschi che vi presenteremo a lezione.
Iniziamo dalle categorie facilmente individuabili anche da una principiante:

PORNO UOMO

Il porno uomo non è sicuramente una novità. Se nelle ultime decadi il porno uomo è stato rappresentato da personalità di spicco quali John Holmes e Rocco Siffredi, non mancano anche nel passato esempi lampanti di questo tipo di maschio. Fra tutti ricordiamo, ad inizio Novecento, Gabriele d’Annunzio, sul quale si narrano storie di grandi cucchi e costole tolte. Il porno uomo, in ogni epoca, presenta comunque caratteristiche comuni:
    1. Usa avere molte donne, che cerca di cambiare con una certa frequenza;
    2. Si atteggia a romantico, proferendo parole dolci e gesti gentili, ma è chiaro e facilmente comprensibile come il suo scopo unico sia l’atto sessuale in sé (è un uomo abbastanza furbo, che sa come far leva sui sentimenti della donna per portarla così nel suo giaciglio);
    3. È anche discretamente bravo nell’arte dell’addio: dopo la fatidica notte che egli tanto bramava, spesso lascia un biglietto (insegnamento dannunziano) pieno di parole poetiche ma poi scompare. Inutile cercarlo al cellulare, su facebook, o in altre maniere. È esperto nell’arte della fuga, e, a dirla tutta, lo fa con uno stile così raffinato da suscitare quasi l'ammirazione della società civile e della stessa vittima.
LIVELLO DI PERICOLO: 2. Imbattersi in questo esemplare di maschio non è particolarmente pericoloso. Il porno uomo è facilmente individuabile. Egli crede che la donna beva il suo falso romanticismo,ma la donna si accorge benissimo della sua intenzione di base, per cui non si farà troppe illusioni e, dopo la nottata, continuerà per la sua strada senza troppi problemi. In compenso il porno uomo può essere divertente ed usa essere abbastanza esperto e soddisfacente nell’arte dell’ammore.

ATTENZIONE: spesso potrete incontrare i cosiddetti PUF (porno uomini fasulli). Li potrete distinguere facilmente dal porno uomo perché, invece di passare subito all’azione, i PUF si atteggiano soltanto a porno-uomini, pavoneggiandosi e vantandosi delle loro prodezze sessuali a destra e a manca. Questi esemplari, più che pericolosi, potranno risultarvi deludenti in quanto “tutto fumo e niente arrosto”. Insomma, parlano molto ma nel momento non saranno capaci di dare una performance all’altezza delle storie che hanno raccontato.

giovedì 21 ottobre 2010

LE LEZIONI

Ecco qui uno schema iniziale dello svolgimento delle lezioni:



  • FENOMENOLOGIA DEL MASCHIO: come si presenta, in che forma appare il Maschio nella nostra esistenza.
  • GENEALOGIA DELLA MORALE del MASCHIO: modelli comportamentali, etica del Maschio: derivazioni e origini.
  • PSICOLOGIA DEL MASCHIO: come funziona (o non funziona) la psiche maschile.
  • LETTERATURA ITALIANA E STRANIERA SUL MASCHIO: i grandi (o piccoli!) maschi della nostra e altrui letteratura
  • SEMIOLOGIA DEGLI AUDIOVISIVI: cinema, tv, radio. Il maschio nei media.
  • LOGICA DEL MASCHIO: partendo dalla scuola di Port Royal, la logica del maschio fino ad oggi analizzata attraverso alcune tappe essenziali.
  • ECONOMIA DEL MASCHIO: indagine su come e per cosa spende il Maschio. Analisi finanziaria e indagini di mercato.
  • STORIA DEL MASCHIO: dalla preistoria all'età contemporanea - si è poi davvero evoluto?
  • GEOGRAFIA DEL MASCHIO: caratteristiche del Maschio in base al luogo di origine.
  • BIOLOGIA DEL MASCHIO: è dunque vero che il Maschio pensa principalmente col pene?
  • LINGUA DEL MASCHIO: come parla e come la usa. (Modulo interfacoltà Scienze e Lettere).


Inoltre: seminari d'approfondimento, conferenze, incontri in forma d'aperitivo.

Presentazione del corso

COS'E' QUESTO BLOG:

Il titolo del blog è ovviamente scherzoso, quindi nessuno spazio a polemiche. Immagino che tutte, o almeno la maggior parte di noi si sia prima o poi imbattuta in uomini per così dire "particolari", ognuno con la sua peculiarità e vorrei che usassimo questo blog per raccontare e raccontarci, in maniera sempre scherzosa e simpatica, ma comunque utile.

OBIETTIVO DEL CORSO:

Il nostro master si articola in lezioni che saranno tenute da docenti diverse, ma tutte preparatissime sugli argomenti trattati. Il corso vuole formare donne sicure e pronte ad affrontare ogni tipo di uomo in circolazione. Portando con voi il nostro manuale e le nostre lezioni potrete sempre essere pronte a gestire i diversi tipi di uomini che incontrerete sul vostro cammino. Iscrizione gratuita, niente esami, ma tirocinio OBBLIGATORIO. Per i frequentanti è previsto un incontro finale con l'Uomo Perfetto (UP).