lunedì 15 agosto 2011

il maschio e il telefono: questi sconosciuti

In questo breve intervento faremo riferimento al rapporto conflittuale del maschio con un arnese a dire di molti diabolico: il telefono.
Il maschio, nella maggior parte dei casi, possiede telefoni di ultima generazione, i-phone, i-touch, gli ultimi modelli con cinquemila applicazioni. Il problema non sta però nell’estetica dei telefoni, ma nell’uso che ne fanno. Per essere più esaustive vediamo degli esempi concreti di come il maschio si rapporta col telefono ed in particolare con le chiamate di una donna.

Caso 1: Il maschio perduto alias il maschio fa perdere le sue tracce. Il suo cellulare risulta spento o irraggiungibile. Eclissato, scomparso nel cosmo. Voi lo chiamate (vero anche che noi donne a volte risultiamo ossessive nelle chiamate) e risponde la signorina che vi avvisa che “il numero selezionato non è raggiungibile”. Vi partono mille castelli, mille paranoie, magari vi preoccupate pure “oddio ha fatto un incidente” , “è stato rapito dagli alieni” ed altre ipotesi che solo una donna in ansia è in grado di pensare. Poi, dopo un paio d’ore il vostro caro maschio irraggiungibile vi chiama, bel bello, beato, tranquillo. “scusa tesoro, ero in garage e non prendeva” oppure “stavo dormendo” oppure “si era rotto” o anche “Sai me l’hanno rubato e poi me l’hanno restituito” e “ce l’aveva il cane l’ho rincorso fino ad ora per riprendermelo!” ecc. A voi capire se le giustificazioni che adduce il vostro uomo sono reali oppure evidentemente false.

Caso 2: L’uomo monosillabico. Il maschio di questo tipo risponderà sicuro alle vostre chiamate, perché di base è un uomo paziente (qualità da sottolineare). Probabilmente per uno-due minuti intratterrete una piacevole conversazione. Il momento dello scazzo dell’uomo(che sopraggiunge ad una velocità pazzesca) può essere facilmente riconoscibile allorchè iniziate a sentire dall’altra parte della cornetta dei grugniti/belati/latrati; tutto in forma monosillabica ovviamente.Il risultato sarà un vostro monologo, dal quale uscirete con la gola secca. Facciamo un esempio concreto:
D: Allora, insomma oggi mi è successo questo, quello, poi ho fatto, visto,son andata…ma mi stai ascoltando?
U: ah, ah
D: e quindi dicevo che bla bla bla bla, sei d’accordo?
U: mmm.
D: cosa significa questo verso, ma hai capito quello che ti ho detto?
U: uh, uh.
…e così via.

Caso 3: uomo logorroico. Molto raro. Chiama sempre lui e quando chiama vi tiene al telefono duecento ore, raccontandovi di tutto, e spesso con telecronaca di quello che sta facendo, di dove sta andando, di dove sta camminando, che ha pestato una cacca, che ha visto in vetrina l’ultimo modello di pc, e così via. Potrete pensare: “Bello!un uomo che non mi risponde a monosillabi e col quale posso chiacchierare amabilmente!” NO! Perché la seconda caratteristica dell’uomo logorroico è quella di chiamarvi nei momenti meno opportuni, sembra c’abbia il radar. State per mettervi a tavola, con una fame da lupi, e chiama. State facendo un temibile parcheggio ad S in un minuscolo spazio vitale e lui chiama. Siete appena entrate in bagno con seimila litri di pipì da fare. E lui, inesorabile, chiama.

E’ ovvio che sono stati testimoniati anche casi di “normalità telefonica” nel maschio, che però non tratteremo in queste pagine, perché, è ovvio, non sarebbe affatto divertente.

2 commenti:

  1. Non ritengo giusto che si possa classificarci cosi banalmente. Ecco la mia risposta !!

    caso 1 agente FBI
    chiama non per il bisogno semplice e puro di sentirti ma solo per indagare minuziosamente l'andamento e la programmazione della tua giornata. Con questo tipo di donna conviene tenere a portata di mano un'agenda dove annotare tutto quello che ti viene estorto, per evitare che nella seguente chiamata ( di solito dopo 5 min )si possa cadere in trabocchetti macchiavellici insiti nella natura della donna

    Caso 2 La finta tranquilla
    Ti viene lanciata un 'esca e tu come un pesce intontito ci caschi in pieno, la sua frase tipica è :" non ti preoccupare chiamami quando puoi ". Se sentite questa frase incominciate a tremare, non pensate di aver ottenuto un barlume di libertà sta solo escogitando una terribile vendetta per la tua mancata risposta al classico messaggino " ciao che fai? "

    Caso 3 la logorroica
    Al contrario della classificazione maschile questo caso non è un eccezione ma è semplicemente la norma. Questa caratteristica è insita ed imperante in ogni donna, le variazioni riguardano solo l'intesità.
    Ad es. sono tranquilla: parlo molto con un ritmo normale
    sono depressa: parlo molto con un ritmo lento
    sono incazzata: parlo molto con un ritmo frenetico
    sono acida: parlo molto emettendo acuti striduli
    Sono confusa: parlo molto alternando velocità e lentezza
    solo in un caso le donne stanno in silenzio..... ma in questa discussione si sta affrontando il tema delle telefonate e il mio appunto sarebbe fuori luogo

    spero di non aver offeso nessuno mi scuso anticiparamente per essori grammaticali
    sono un esordiente totale !!
    Paolo

    RispondiElimina
  2. Devi assolutamente fare il contro blog!!!:)

    RispondiElimina

Hai trovato la lezione interessante? Hai suggerimenti sulla didattica? Scrivici!